Informativa DM 329 del 2004

Ogni impianto messo da in vendita è corredato da tutte le informative legali sugli obblighi e misure da adottare per l’utilizzo degli impianti a pressione.
Visualizza qui il modulo

Informativa dm 329 04

  1. 1. FR COMPRESSORIINFORMATIVADM 329/2004OBBLIGHI UTILIZZATORI ATTREZZATURE APRESSIONEViste le numerose difficoltà inerenti l’interpretazione e la comprensione del DM 329/2004 riferitoagli utilizzatori di attrezzature a pressione, e viste soprattutto le gravi conseguenze anche da unpunto di vista legale che spesso ne derivano, la società FR COMPRESSORI offre ai suoi clienti unostrumento di supporto atto a favorirne la conoscenza ed a chiarirne gli obblighi da adempiere. Ilpresente documento è da ritenersi attuale in riferimento alla normativa vigente. Per qualsiasiinformazione, è possibile inoltre consultare il nostro sito web all’indirizzo www.frcompressori.com. FR COMPRESSORI di RUGGIERO FRANCESCO VIA BERNARDINO TELESIO 43, 80141 NAPOLI CONTATTI: TEL 0817801477, 3296187655 SIG. FRANCO; MAIL: frcompressori@libero.it
  1. 2. Informativa inerente DecretoMinisteriale n° 329 del 01/12/2004Regolamento recante norme per la messa in servizio edutilizzazione delle attrezzature a pressione e degliinsiemi di cui allarticolo 19 del decreto legislativo 25febbraio 2000, n. 93. emanato/a da: Ministro delleAttività Produttive e pubblicato/a su: Gazz. Uff. Suppl.Ordin. n° 22 del 28/01/2005 riguardante: SICUREZZA EIGIENE DEL LAVORO – Prevenzione degli infortuni sullavoro – Impianti e apparecchi a pressione.Gentile cliente, con la presente intendiamo fornirLe un valido strumento di supportoall’interpretazione del DM 329/2004 ed in particolare a tutti gli obblighi a cui Lei, inqualità di utilizzatore di attrezzature a pressione deve attenersi, per non incorrere nellesanzioni previste dal presente decreto. Di seguito Le segnaliamo gli articoli chemaggiormente La interessano, evidenziandone in particolare gli aspetti inerenti recipienticontenenti aria compressa. Invitiamo pertanto a leggere tutto con estrema attenzione eda prendere coscienza di quanto di seguito riportato. Preghiamo inoltre di inviarci ilmodulo di accettazione timbrato e firmato dal rappresentate legale dell’azienda ai nostrirecapiti attraverso fax, mail, raccomandata a/r o altra soluzione a Voi gradita. Con lapresente la società FR COMPRESSORI si ritiene sollevata da qualsiasi inadempienza dicarattere informativo e si tiene disponibile per ulteriori chiarimenti. FR COMPRESSORI VIA BERNARDINO TELESIO 43, 80141 NAPOLI; CONTATTI: TEL 0817801477, PRONTO INTERVENTO 3296187655, INDIRIZZO EMAIL: frcompressori@libero.it
  2. 3. Art. 1. – Campo di applicazione1.Le disposizioni di cui al presente decreto si applicano alle attrezzature a pressione e agli«insiemi» come definiti nel decreto legislativo 25 febbraio 2000, e, in particolare, ai seguentioggetti:a) le attrezzature di cui allarticolo 3 lettera a), b) e c)b) i generatori di vapor dacqua o di acqua surriscaldata, i recipienti in pressione di vaporedacqua ovvero di gas compressi liquefatti o disciolti o vapori diversi dal vapor dacqua e gliimpianti funzionanti con liquidi caldi sotto pressione preesistenti alla data del 29 maggio 2002e omologati dallIstituto superiore per la prevenzione e sicurezza sul lavoro (ISPESL) secondola legislazione vigente prima della data di entrata in vigore del decreto legislativo n. 93/2000c) gli apparecchi semplici a pressione disciplinati dal decreto legislativo 27 settembre 1991, , diattuazione delle direttive n. 87/404/CEE e n. 90/488/CEEd) i recipienti per liquidi e le tubazioni per liquidi, vapori e gas, preesistenti e gia posti inesercizio alla data del 29 maggio 2002, non sottoposti ad alcuna omologazione nazionale enon rientranti nelle condizioni di esclusione del presente regolamento, da classificare secondoi fluidi e le categorie previste dal decreto legislativo n. 93/20002. Le disposizioni di cui al presente regolamento riguardano le seguenti verifiche:a) verifiche di «primo impianto», ovvero di «messa in servizio», riferite alle attrezzature apressione o agli insiemi quando inseriti ed assemblati negli impianti dagli utilizzatori, finalizzateal controllo del funzionamento in sicurezza delle attrezzature e degli insiemib) verifiche periodiche, verifiche da effettuare successivamente alla messa in funzionedellattrezzatura a pressione ad intervalli di tempo predeterminatic) verifiche di riqualificazione periodica, verifiche da effettuare successivamente alla messa infunzione dellattrezzatura a pressione ad intervalli di tempo predeterminatid) verifiche di riparazione o modifica.Art. 2. – Esclusioni1. Il presente regolamento non si applica ai prodotti elencati all, comma 3, del decretolegislativo n. 93/2000, fatte salve le attrezzature di cui allarticolo 1, lettera c), nonche aiseguenti oggetti:a) gli apparecchi a pressione per la preparazione rapida del caffèb) le pentole a pressione per uso domesticoc) i generatori, i recipienti e le tubazioni con pressione massima ammissibile non superiore a0,5 bar FR COMPRESSORI VIA BERNARDINO TELESIO 43, 80141 NAPOLI; CONTATTI: TEL 0817801477, PRONTO INTERVENTO 3296187655, INDIRIZZO EMAIL: frcompressori@libero.it
  3. 4. d) gli estintori dincendio fissi, quando la loro pressione massima ammissibile non superi 10bar, oppure il loro diametro interno non superi 400 mm gli estintori portatili a polvere, aschiuma o a base dacqua con cartuccia di gas la cui pressione sia minore o uguale a 18 bare) i generatori di vapore dacqua o di acqua surriscaldata il cui volume complessivo e inferioreo uguale a 25 litri e la cui pressione massima ammissibile non superi 32 barf) i generatori di vapore dacqua o di acqua surriscaldata per i quali il prodotto della pressioneammissibile in bar per la capacita totale in litri non superi 300 e la cui pressione non superi 10barg) le attrezzature e gli insiemi previsti dallarticolo 3, comma 3 e le attrezzature a pressionestandard di cui allarticolo 1, comma 3, lettera a) del decreto legislativo n. 93/2000h) le tubazioni di collegamento, allinterno di un sito industriale, fra serbatoi di stoccaggio eimpianti di produzione o di esercizio, a partire dallultimo limite dellimpianto stesso (giuntoflangiato o saldato)i) recipienti a pressione, ivi compresi gli apparecchi semplici di cui al decreto legislativo 27settembre 1991, aventi capacita < 25 litri e, se con pressione < 12 bar, aventi capacita < 50litril) le attrezzature di cui allarticolo 1, comma 3, lettera l), del decreto legislativo n. 93/2000,nonche i cilindri di motrici termiche e di compressori di vapori o di gas, i mantelli di turbine avapore o a gas e i recipienti intermediari delle motrici ad espansione multipla o deicompressori di gas (a piu fasi), quando facciano parte dellincastellatura della macchinam) le valvole dintercettazione aventi dimensione nominale DN non superiore a 80, nonche levalvole di diametro superiore sempreche il fluido che deve attraversarle non sia nocivo sottolaspetto sanitario o pericoloso per accensioni od esplosioni e non abbia temperature superioria 300 °C e pressione massima ammissibile tale che il prodotto della pressione stessa in barper il DN della valvola superi 1000 barn) le tubazioni destinate al riscaldamento o al raffreddamento dellaria o i desurriscaldatori, gliscaricatori, e i separatori di condense, disoliatori inseriti lungo le tubazioni di vapori o di gas, ifiltri, i barilotti ricevitori e distributori di vapori o di gas, purche si verifichino almeno due delleseguenti condizioni:1) il loro diametro interno in mm o dimensione nominale non superi 5002) la pressione massima ammissibile PS non superi i 6 bar3) il prodotto del loro diametro interno in mm o dimensione nominale DN per la pressionemassima ammissibile non superi 3000p) i serpentini ad afflusso libero nellatmosfera o ad afflusso libero in liquidi con pressione nonsuperiore a 0,5 barq) gli alimentatori automatici, per i quali si verifichino almeno due delle seguenti condizioni: FR COMPRESSORI VIA BERNARDINO TELESIO 43, 80141 NAPOLI; CONTATTI: TEL 0817801477, PRONTO INTERVENTO 3296187655, INDIRIZZO EMAIL: frcompressori@libero.it
  4. 5. 1) il loro diametro interno in mm o dimensione nominale non superi 4002) la loro pressione massima ammissibile PS non superi 10 bar3) il prodotto del loro diametro interno in mm o dimensione nominale DN per la pressionemassima ammissibile non superi 4000r) i generatori di vapore collocati a bordo dei galleggianti muniti di licenza dellautorita marina,qualunque sia luso cui sono destinatis) i generatori di vapore collocati a terra, nei porti, nelle darsene, nei canali, fossi, seni e nellespiagge, dentro i limiti del territorio marittimo, per i servizi riguardanti direttamente lindustriadella navigazione e il commercio marittimot) i generatori ed i recipienti in servizio delle navi della Marina Militare, degli Stabilimenti diGuerra, della Marina e dellAeronauticau) i generatori ed i recipienti in servizio sui piroscafi destinati alla navigazione lacuale inservizio cumulativo con le strade ferratev) i generatori ed i recipienti nel naviglio della Guardia di finanza: aa) gli impianti, le attrezzature anche quando installati su mezzi mobili destinati alla difesanazionalebb) le tubazioni con DN < 80cc) le tubazioni che collegano attrezzature a pressione che risultano singolarmente escluse dalcampo di applicazione del presente regolamento.Art. 4. – Verifica obbligatoria di primo impianto ovvero della messa in servizio1. Le attrezzature o insiemi a pressione di cui allarticolo 1, solo se risultano installati edassemblati dallutilizzatore sullimpianto, sono soggetti a verifica per la messa in servizio.2. La verifica, effettuata su richiesta dellazienda utilizzatrice, riguarda laccertamento della lorocorretta installazione sullimpianto.3. Al termine della verifica il soggetto verificatore consegna allazienda unattestazione deirisultati degli accertamenti effettuati. In caso di esito negativo della verifica, il documento indicaespressamente il divieto di messa in servizio dellattrezzatura a pressione esaminata.4. Ai soli fini della verifica di primo impianto e consentita la temporanea messa in funzionedellattrezzatura o insieme. FR COMPRESSORI VIA BERNARDINO TELESIO 43, 80141 NAPOLI; CONTATTI: TEL 0817801477, PRONTO INTERVENTO 3296187655, INDIRIZZO EMAIL: frcompressori@libero.it
  5. 6. Art. 5. – Esclusioni dal controllo della messa in servizio1. Non sono soggetti alla verifica della messa in servizio le seguenti categorie di attrezzatureed insiemi:a) tutte le attrezzature ed insiemi gia esclusi dallarticolo 2b) gli estintori portatili e le bombole portatili per apparecchi respiratoric) i recipienti semplici di cui al decreto legislativo n. 311/1991 aventi pressione minore ouguale a 12 bar e prodotto pressione per volume minore di 8000 bar*1d) gli insiemi per i quali da parte del competente organismo notificato o di un ispettorato degliutilizzatori risultano effettuate per quanto di propria competenza le verifiche di accessori disicurezza o dei dispositivi di controllo. Lefficienza dei citati accessori o dispositivi devonorisultare dalle documentazioni trasmesse allatto della presentazione della dichiarazione dimessa in servizio.Art. 6. – Obblighi da osservare per la messa in servizio e lutilizzazione, dichiarazione dimessa in servizio1. Allatto della messa in servizio lutilizzatore delle attrezzature e degli insiemi soggetti acontrollo o a verifica invia allISPESL e allUnita Sanitaria Locale (USL) o allAzienda SanitariaLocale (ASL) competente, una dichiarazione di messa in servizio, contenente:a) lelenco delle singole attrezzature, con i rispettivi valori di pressione, temperatura, capacitae fluido di eserciziob) una relazione tecnica, con lo schema dellimpianto, recante le condizioni dinstallazione e diesercizio, le misure di sicurezza, protezione e controllo adottatec) una espressa dichiarazione, redatta ai sensi dellarticolo 2 del decreto del Presidente dellaRepubblica del 20 ottobre 1998, n. 403, attestante che linstallazione e stata eseguita inconformita a quanto indicato nel manuale dusod) il verbale della verifica di cui allarticolo 4, ove prescrittae) un elenco dei componenti operanti in regime di scorrimento viscoso, o sottoposti a faticaoligociclica.2. Per le attrezzature costruite in serie, quali i serbatoi di stoccaggio di gas petrolio liquefatto(GPL), di capacita non superiore a 13 m3 e dei loro insiemi, nonche i serbatoi di gascriogenici liquefatti di capacita non superiore a 35 m3 e dei loro insiemi installati pressoutilizzatori da aziende che, conservandone la proprieta e la responsabilita tecnica provvedonoal loro rifornimento, linteressato puo compilare ununica dichiarazione di messa in serviziocumulativa per tutte le apparecchiature e per i loro insiemi installati in un semestre. In tal caso,la dichiarazione di messa in servizio e trasmessa dallazienda allASL o allUSL e allISPESL. FR COMPRESSORI VIA BERNARDINO TELESIO 43, 80141 NAPOLI; CONTATTI: TEL 0817801477, PRONTO INTERVENTO 3296187655, INDIRIZZO EMAIL: frcompressori@libero.it
  6. 7. 3. Gli accessori di sicurezza, i dispositivi di controllo e le valvole di intercettazione, indicateallarticolo 9 del presente regolamento non formano oggetto di autonoma dichiarazione dimessa in servizio. Essi seguono le procedure delle attrezzature a pressione che sonodestinate a proteggere.4. Per le attrezzature a pressione e insiemi esclusi dal controllo della messa in servizio, aisensi dellarticolo 5, la dichiarazione di messa in servizio di cui al comma 1 consente di attivarelattrezzatura o linsieme a condizione che lutilizzatore attesti che le predette attrezzature oinsiemi siano stati debitamente installati, mantenuti in efficienza e utilizzati conformemente allaloro destinazione, non pregiudichino la salute e la sicurezza delle persone o degli animalidomestici o la sicurezza dei beni.Art. 7. – Obblighi degli utilizzatori1. La mancata esecuzione delle verifiche e prove alle date di scadenza previste,indipendentemente dalle cause che lhanno prodotta, comporta i seguenti oneri a carico degliutilizzatori:a) messa fuori esercizio delle attrezzature ed insiemi coinvoltib) esecuzione, da parte dei soggetti incaricati per lattivita di verifica, delle verifiche e provepreviste dalla normativa vigente per il successivo riavvio2. Lutilizzatore e tenuto, in particolare, allosservanza di quanto segue:a) fornire al soggetto incaricato per lattivita di verifica lelenco ed i dati identificativi, ivi inclusoil sito di allocazione, delle attrezzature ed insiemi di cui allarticolo 1 assoggettate al regime diverifiche e prove previste dalla normativa vigente, nonche tutte le informazioni ed assistenzanecessarie per lesecuzione delle attivita di verifica e controllob) consentire ai soggetti incaricati lesecuzione delle verifiche e prove alle date di scadenzac) fornire motivata comunicazione al soggetto incaricato dellattivita di verifica della messafuori esercizio, permanente o temporanea, di qualunque attrezzatura ed insieme assoggettatoa verifica d) fornire comunicazione al soggetto incaricato dellattivita di verifica del riavvio diunattrezzatura ed insieme gia sottoposta a temporanea messa fuori esercizio3. Nei casi in cui la messa fuori esercizio comporti interventi sullattrezzatura ed insiemi, ilriavvio e condizionato al consenso, o verifica, del soggetto incaricato alla stessa. FR COMPRESSORI VIA BERNARDINO TELESIO 43, 80141 NAPOLI; CONTATTI: TEL 0817801477, PRONTO INTERVENTO 3296187655, INDIRIZZO EMAIL: frcompressori@libero.it
  7. 8. Art. 8. – Obbligo delle verifiche periodiche1. Gli utilizzatori di attrezzature e insiemi a pressione messi in servizio hanno lobbligo disottoporre gli stessi a verifiche periodiche, ovvero di riqualificazione periodica.2. Lattestazione positiva risultante dalle verifiche effettuate consente la prosecuzionedellesercizio delle attrezzature e degli insiemi verificati.TABELLA – Frequenze della riqualificazione periodica delle attrezzature a pressione ATTREZZATURE/INSIEMI CONTENENTI FLUIDI DEL GRUPPO 2 (D.lgs. 93/2000 art. 3) Recipienti/insiemi contenenti gas compressi, liquefatti e Frequenza ispezioni: – ogni 3 anni: disciolti o vapori diversi dal vapor dacqua classificati in III verifica di funzionamento – ogni 10 e IV categoria e recipienti di vapore dacqua e dacqua anni: verifica dintegrità surriscaldata appartenenti alle categorie dalla I alla IV Recipienti/insiemi contenenti gas compressi, liquefatti e Frequenza ispezioni: – ogni 4 anni: disciolti o vapori diversi dal vapor dacqua classificati in I e verifica di funzionamento – ogni 10 II categoria anni: verifica dintegrità Generatori di vapor dacqua. Frequenza ispezioni: – ogni 2 anni: verifica di funzionamento e visita interna – ogni 10 anni: verifica di integrità Tubazioni gas, vapori e liquidi surriscaldati classificati Frequenza ispezioni: – per TS < 350 nella III categoria. °C, ogni 10 anni: verifica di integrità per TS > 350 °C – ogni 5 anni: verifica di funzionamento – ogni 10 anni: verifica di integrità Tubazioni per liquidi Nessuna verifica Recipienti per liquidi Nessuna verifica Bombole per apparecchi respiratori Per uso subacqueo: – Revisione iniziale dopo 4 anni – Revisioni successive ogni 2 anni Per uso non subacqueo: revisione ogni 10 anni. Estintori portatili – Gas non corrosivi: revisione ogni 10 anni – Gas corrosivi: revisione ogni 3 anni FR COMPRESSORI VIA BERNARDINO TELESIO 43, 80141 NAPOLI; CONTATTI: TEL 0817801477, PRONTO INTERVENTO 3296187655, INDIRIZZO EMAIL: frcompressori@libero.it
  8. 9. Art. 11. – Esenzioni dalla riqualificazione periodica1. Sono esclusi dallobbligo della riqualificazione periodica:a) i recipienti contenenti fluidi del gruppo due, escluso il vapore dacqua, che non sono soggettia fenomeni di corrosione interna o esterna, purche la pressione PS sia < 12 bar e il prodottodella pressione PS per il volume V non superi 12.000 bar*lb) i recipienti di volume non superiore a 1000 litri e con pressione PS < 30 bar, facenti parte diimpianti frigoriferi in cui non siano inseriti recipienti di volume e pressione maggiori di quelleindicate alla lettera a)c) i recipienti di vapore dacqua autoproduttori per i quali il prodotto della pressione PS in barper il volume in litri non superi 300 e la pressione PS non superi 10 bard) i recipienti di vapore dacqua non autoproduttori per i quali il prodotto della pressione PS inbar per il volume in litri non superi 400 e la pressione PS non superi 10 bare) i generatori di acetilenef) i desurriscaldatori, gli scaricatori, i separatori di condense, i disoliatori inseriti lungo letubazioni di vapori o di gas, i filtri, i barilotti ricevitori e distributori di vapori o di gas e glialimentatori automatici appartenenti alla I e II categoria per i quali non si verificano lecondizioni di cui allarticolo 2, comma 1, lettera o)g) tutti i recipienti contenenti liquidi del gruppo dueh) le tubazioni contenenti fluidi del gruppo due e classificati nella I e II categoriai) gli estintori portatili a polvere, a schiuma o a base dacqua con cartuccia di gas la cuipressione sia minore o uguale a 18 bar.Schema di flussoDopo aver riportato una breve carrellata di articoli inerenti gli utilizzatori di attrezzature oinsiemi a pressione, di seguito forniamo uno schema semplificato inerente i vari step chebisogna considerare per non incorrere nelle sanzioni previste dal decreto nonchè in verifichestraordinarie da parte degli organi di controllo (I.S.P.E.S.L; A.S.L). Il presente schema è statosviluppato sulla base degli articoli del DM 329/04 inerenti fluidi a pressione del gruppo II. Lostesso non potrà essere considerato valido per fluidi di gruppo I che seguono iter normativi edattuativi differenti: FR COMPRESSORI VIA BERNARDINO TELESIO 43, 80141 NAPOLI; CONTATTI: TEL 0817801477, PRONTO INTERVENTO 3296187655, INDIRIZZO EMAIL: frcompressori@libero.it
  9. 10. Schema procedura attuativa attrezzature a pressione Decreto Ministeriale attuativo 329/2004 L’insieme è SI NESSUN OBBLIGO escluso da DM 329/2004? NO L’I L’INSIEME E’ E’ escluso da verifica ESCLUSO DAL DM SI 1°/nuovo impianto? 329/2004? NO MANCATA VERIFICA Verifica di 1°/nuovo impianto SANZIONI ED Sanzioni e bloccoINTERRUZIONE DELLE totale attrezzature ATTIVITA’ DICHIARAZIONE DI IN Dichiarazione di SERVIZIO messa in servizio MANCATA DICHIARAZIONE VERIFICHE PERIODICHE E SANZIONI ED Verifiche Sanzioni e blocco INTERRUZIONE DELLE periodiche totale attrezzature ATTIVITA’ MANCATA VERIFICAFR COMPRESSORI VIA BERNARDINO TELESIO 43, 80141 NAPOLI; CONTATTI: TEL 0817801477, PRONTO INTERVENTO 3296187655, INDIRIZZO EMAIL: frcompressori@libero.it

 

Commenti chiusi